Mission

In collaborazione con il Vescovo: promuovere ed educare alla carità la comunità parrocchiale, cioè rendere concreto e visibile il progetto che Dio ha sull’umanità attraverso l’animazione del senso della carità e il dovere di tradurla in interventi di carattere promozionale e preventivo, concreti.

In collaborazione con gli operatori pastorali: promuovere il volontariato e formare operatori pastorali della carità. Coordinare i vari gruppi caritativi e assistenziali di ispirazione cristiana, aiutandoli non solo a conoscersi, ma a lavorare insieme come chiesa al fine di realizzare piani di intervento concreti e prontamente operativi in grado di rispondere ai bisogni degli ultimi.

In collaborazione con le istituzioni, il terzo settore e le associazioni di volontariato: facilitare il rapporto fra pubblico e privato e poter dialogare con l’intera comunità circa quei temi volti allo sviluppo dell’uomo, alla giustizia sociale e alla pace, alla multiculturalità; contribuire allo sviluppo umano e sociale nei Paesi del Terzo Mondo, organizzare e coordinare interventi di emergenza.

La sintonia dei cammini emerge chiaramente nel percorso ecclesiale che ha preso il via con il documento pastorale dei vescovi , per gli anni ’90, Evangelizzazione e Testimonianza della Carità. L’intento vero e profondo di tale documento è quello di mostrare e convincere che la carità non è riferibile solo ad atti buoni e solidali del credente ma è la forma relazionale che assume la fede quando si incontra con la realtà degli altri.

In questa sezione puoi leggere anche anche: